Canzoni

VEDETTE D'ITALIA

Anno: 1927

Gruppo:

Testo: Augusto Cerri
Musica: Salvatore Rubino

Menu


All'opra, fratelli! Noi siam le legioni,
che han forza e coraggio per loro tesori ;
catena di braccia, catena di cuori,
ci avvince di Patria il sacro ideal.
Arditi campioni d'indomita razza,
le balde vedette d'Italia noi siamo,
e, pur nelle tregue, fedeli vegliamo,
gelosi custodi del Dritto immortal.
Muscoli in giuoco - capelli al vento !
Lungi Ŕ la meta - aspro il cammin.
Noi siam la forza - e il sentimento,
e Giovinezza - canta al destin.
O Giovinezza di libertÓ,
eia, eia, alala!

O patria diletta, te ognora invochiamo:
Gridiamo il tuo nome con fervida possa,
Il nome eh'Ŕ squilla di fiera riscossa
ed ha la dolcezza d'un canto d'amor.
Ovunque tu sia, del Genio sovrana,
in pace ed in guerra, lÓ sempre Ŕ vittoria;
tu segni superba le vie della gloria
e ispiri a' tuoi figli costanza e valor.
Petti d'acciaro - salde le braccia,
occhio securo - agile pie!
Sarem, se tuoni - nova minaccia,
pronti a morire - Patria, per te.
O Italia, terra di libertÓ.
eia, eia, alala!

In alto! Risplenda magnifica al sole
la santa vittrice bandiera d'Italia,
fatidico emblema che incita ed ammalia,
gigante poema di nostra passion.
E, come nei giorni de' grandi cimenti,
fu guida e conforto di tutti gli eroi,
di pace e lavoro sia guida per noi,
al ritmo giulivo di nova canzon.
Bianco, la fede; - verde, la speme;
rosso, la fiamma - ch'arde d'amor:
son tre colori - che, messi insieme,
forman l'orgoglio - de' nostri cor.
O tre colori di libertÓ,
eia, eia, alala!