Canzoni

A TRIESTE (Mainardi)

Anno: 1919

Gruppo:

Testo: Augusto Lamberti
Musica: Mario Mainardi

Menu


Vittoria ! Varcata
l'iniqua frontiera,
fiammeggia nel sole
la nostra bandiera,

la vigila, fermo su
1'Alpe gigante,
qual Nume esegeta,
lo spettro di Dante.

Trieste, redenta
per fede mai doma,
1'Italia ti bacia
nel nome di Roma.

De 1' aquila abietta
strappato a l'artiglio,
pi¨ puro nel Cielo
or fulge il tuo giglio.

Risale da 1'Adria
a 1'ardua chi˛stra
dei monti, e lÓ tuona:
PER SEMPRE SEI NOSTRA.


Chi i ceppi t'impose,
ad onta e vergogna,
arpia feroce,
perý su la gogna

Un astro s' accende
lÓ sul Campidoglio,
un altro a Caprera
di sopra a lo scoglio

e su da le tombe
erompe in un coro,
la voce dei Mani
recinti d' alloro,

Vittoria! Quel coro
al pari de 1' onda,
s' addensa, s' espande
e batte ogni sponda.

Risale da 1'Adria
a 1'ardua chi˛stra
dei monti, e lÓ tuona:
PER SEMPRE SEI NOSTRA.