Canzoni

LA DIANA DEI LEGIONARI D'AFRICA

Anno: 1935

Gruppo:

Testo e musica: Aldo Aytano

Menu


Nelle valli d'Etiopia
conta il vento una canzone
piena di malinconia :
sacra all'Itala Nazione.

La riecheggiano le rupi,
la rifrange l'oceano :
all'udirla, in piedi balza
tutto il popolo italiano.

GiÓ le navi del destino
van pei mari della Patria :
contro il barbaro abissino,
giovent¨, cantando va.

Volontario della gloria
corr alla fatal contrada,
dove il sangue dei tuoi padri
vendicar dovrÓ tua spada,

Della diana guerriera - udiamo il suon
che a marciare c'invita - a un sol destin.
Folgorante, tremenda - l'udrÓ qual tuon
chi la voce di Roma - schernire os˛.
Su, corriamo, corriamo - risplende giÓ
di vittoria la stella - in tutti i i cuor.
Legionario d'Italia - pel mare va :
sull'etiope barbarie - tua man cadrÓ.


Odi ancora nelle notti
solitarie di DogÓle
un ruggito di leoni
che dÓ un brivido mortale:

Va pel cielo Io spavento
come grido di tempesta :
s'alzan gli echi desolati
su per le ambe e la foresta.

Non tremar, Camicia Nera,
se il ruggito a te s'appressa
dell'Italia, qui una schiera
celebr˛ la Santa Messa.

E il miracol s'avver˛ :
cinquecento eroi caduti,
tutti in fila, l'armi in pugno,
l'indomani il sol trov˛.

Della diana guerriera - udiamo il suon
che a marciare c'invita - a un sol destin.
Folgorante, tremenda - l'udrÓ qual tuon
chi la voce di Roma - schernire os˛.
Su, corriamo, corriamo - risplende giÓ
di vittoria la stella - in tutti i i cuor.
Legionario d'Italia - pel mare va :
sull'etiope barbarie - tua man cadrÓ.


Quando al mar d'Italia giunge
la canzone degli Eroi,
un sol fremito ci punge :
Legionari, all'armi! A noi!

I caduti d'Amba Alagi son,
che chiamano a riscossa :
Sono i prodi di Makaile,
che si kvan dalla fossa.

E che gridano: Vendetta!
alla santa Madre Roma -
Legienari, su corriamo
con l'arder che nulla doma

Regoliamo i vecchi conti
regoliamo i conti nuovi:
Mussolini questo ha detto.
VĺŔ italian che non l'approvi?

Della diana guerriera - udiamo il suon
che a marciare c'invita - a un sol destin.
Folgorante, tremenda - l'udrÓ qual tuon
chi la voce di Roma - schernire os˛.
Su, corriamo, corriamo - risplende giÓ
di vittoria la stella - in tutti i i cuor.
Legionario d'Italia - pel mare va :
sull'etiope barbarie - tua man cadrÓ.