Canzoni

MADONNINA BLU

Anno: 1918

Gruppo:

Testo: Renato Simoni
Musica: E. A. Mario

In una chiesa non lungi dal Piave
un lume solo nel buio era acceso;
c'era, d'intorno, un odore soave
di vecchio incenso nell'aria sospeso.

Sopra un altare, tra le palme di rose
una Madonna, vestita di bl¨,
volgea le meste pupille amorose
sul dolce sonno del bimbo Ges¨.

Ecco, la porta si schiude, ed un passo
s'ode, risuona, si fa pi¨ vicino.
Dicono i Santi: "Chi fa questo chiasso
che pu˛ svegliare il celeste bambino?"


E la fiammella dal lume d'argento
incuriosita, s'allunga a guardar:
c'Ŕ un vecchio prete (1) che accostasi lento
e fa un inchino davanti all'altar:

"La me perdona, Signora, se vegno
a presentarme cussi a la Madona;
ho da parlarghe, lo so, non son degno
ma so che Ela la xe tanto bona!"

Son Papa Sarto; da un pezzo son morto,
ma in sti paesi, Signora, son nato...
Dal campanil qua se vede fin l'orto
dove zogava co giera tosÓto! (2)


"El paradiso xe belo, sý tanto,
ma ste casete me xe tanto care
e tanto caro me xe 'l camposanto
dove riposa mio pare e mia mare.

"De tanto in tanto bisogna che basa
quele do pietre, che veda el mio Piave;
San Piero 'l dise: "Don Bepo, stŔ a casa",
ma el verze l'usso, el me impresta la ciave.

"Anche sta sera go fato un zireto,
me son stracÓ che l'etÓ no perdona.
Go dito: andemo a sentarse un pocheto
e a far do ciacole co la Madona!


"Cossa ghe par, benedeta da Dio,
de sti tedeschi? I xe pezo del lovo! (3)
La staga atenta, Madona, a so Fio,
che se i lo ciapa i lo incioda da novo.

"Go patio tanto, Madona mia bela,
vedendo i nostri fradeli furlani
in man de quei... (la perdona anca Ela,
se parlo mal... ) de quei nati de cani!

"I roba tuto, i xe bestie, i bastona;
fin ne le case sti sporchi i ne va;
e quando i branca una povera dona,
se la xe bela... Signor che pietÓ!


"Madonna Santa, pensando a sti dani
fati a le ciese pi¨ pace no go!
E sti assassini i se dise cristiani!
Cristiani lori? In malorsega, no". (4)

La Madonna che sta su l'altare
tra tante rose, vestita di bl¨,
china la fronte e due lagrime amare
cadon sui ricci del bimbo Ges¨.

E il vecchio Papa nel cuor suo puro
questa preghiera ai soldati mand˛:
"SalvŔ l'Italia, putei, tigný duro!
Viva l'Italia" e in ciel ritorn˛.

Note

Note:

(1) Papa Giuseppe Sarto, veneziano, salito al trono pontificio col nome di Pio X e morto, in fama di santitÓ, nel 1914.

(2) Quand'ero ragazzo

(3) Son peggiori dei lupi!

(4) Alla malora, no!