Canzoni

CANTO DEGLI OPERAI

Anno: 1867

Gruppo:

Testo: Ventura
Musica: Prina

Menu


Fu la sentenza antica:
lavorerai con pena,
ma fu parola piena,
d’alta sapienza, amtica.
Che, del lavoro a parte,
venne la scienza e l’arte.

E l’uom da lor sorretto,
sentì vigor novello,
mite trovò il precetto,
e dignitoso e bello,
stimò far del lavoro,
sua vita e suo decoro.

Così e decoro e vita,
sono per noi: la spola,
la pialla, la matita,
l’ago, il cesel, la mola,
e, dica il nostro canto,
s’util n’abbiamo e vanto!

In tua superba noia,
figlio dell’ozio, mira
quanta salute e gioia,
dagli operanti spira.
Al canto lor ti desta,
vera letizia è questa!

Note

Coro popolare dedicato a S.A.R. il Principe Umberto di Savoia.