Canzoni

CHELLO LLA'

Anno: 1958

Gruppo:

Testo: Anonimo
Musica: Vincenzo Di Paola
Sandro Taccani

Menu


Io Nenni me lo tengo ben legato,
Ŕ illuso chi lo crede svincolato,
mi pare che sia tanto chiaro,
i pare che sia tanto vero
che al laccio come un cagnolino sta.

Quello lÓ, quello lÓ
non date retta: non mi pu˛ lasciar.
Se tenta di piantarmi, ve lo giuro,
io primo lo ricatto e poi gli sparo.
Quello lÓ, quello lÓ
lo sa che una manovra deve far:
aiutarmi a salire al potere.
poi a terra resterÓ quello lÓ,
quello lÓ, quello lÓ!


E Nenni Ŕ cosa mia: me lo permetto
come con altri Ŕ facile il giochetto:
pu˛ dire che cosý Ŕ felice,
pu˛ dire che lui vuole la pace,
e sembra che lo lascio in libertÓ...

Quello lÓ, quello lÓ
non date retta: non mi pu˛ lasciar.
Se tenta di piantarmi, ve lo giuro,
io primo lo ricatto e poi gli sparo.
Quello lÓ, quello lÓ
lo sa che una manovra deve far:
aiutarmi a salire al potere.
poi a terra resterÓ quello lÓ,
quello lÓ, quello lÓ!

Note

Sullĺaria dellĺomonima canzone scritta, nel 1956, da Umberto Bertini e musicata da Vincenzo Di Paola e Sandro Taccani