Canzoni

L'ALPINO E' SEMPRE BELLO

Anno:

Gruppo:

Testo e musica: (Anonimo)

Menu


Quando ad un vil borghese
gli tocca il gran destino
di diventare Alpino,
diventa bel e bul.

Miracolo del sangue
che scorre nel cervello:
l'Alpino sempre bello,
in tutte le occasion.

bello appena alzato,
ch, aperto appen le ciglia,
fa l'occhiolin di triglia
al vuoto tascapan.

bello quando prova
se tutto sempre a posto,
se il petto saldo, e tosto
il garretto ognor.

bello quando porta
quei... necessr da viaggio,
che aumenta il suo tiraggio
ed il sudante ardor.

splendido, divino
l'Alpin, quando va a caccia,
e punta la beccaccia,
e il pollastrello ancor.

Se canta, un cherubino,
se balla, un angioletto,
se beve, un agnelletto
che meglio non toccar.

E' sempre bello, insomma:
in guerra, oppure in pace;
se parla, oppur se tace;
sull'alpe, o in riva al mar.

Ma il bello allorch quando
ritorna al suo paese
vestito da borghese,
che resta sempre Alpin.

Alpino (e quindi bello)
nel bere, nel cantare,
Alpin nel camminare,
e Alpino in fondo al cuor.