Canzoni

VOLA

Anno: 1998

Gruppo: MASSIMO MORSELLO

Autori: Massimo Morsello | Eddy Kulak

Soffia, il vento soffia a tradimento
lascia piste di profumo
muove ciondoli d'argento.

E il sonno, come sempre non ti aspetta
sgrana gli occhi come perle
chiama un'altra sigaretta.

La notte, ormai la notte ti assomiglia
per ogni moda che ti veste
ci sta una moda che ti spoglia.

Vuoto il conto delle tue risposte
se di donna tu sei nata
se di donna morirai.

Vola, vola, vola con guinzaglio e museruola
vola e le ginocchia sotto i banchi della scuola
vola, vola, vola dentro il sogno una capriola
e le labbra fatte a forma di parola.


C' un uomo c'ha una voce da ragazzo
c'ha due spalle che hanno amato
e c'ha una schiena dritta in mezzo.

Fruga tra le impronte che hai lasciato
cerca un taglio pi profondo
un frammento di peccato.

Sogni tanto ormai hai lasciato ai sogni
quell'atterraggio di fortuna
quella molecola di luna.

Vuoto il conto delle tue risposte
se di notte tu sei nata,
se di notte morirai.

Vola, vola, vola fuori dalla tua ragnatela
vola e la mia canzone ti consola
vola, vola, vola con guinzaglio e museruola
le ginocchia fredde sotto alle lenzuola.


Amarti quasi non ci vuole niente
a scivolarti dentro gli occhi
e a rapinarti dalla gente
la fretta taglia i tempi dei tuoi passi
apre i varchi nel futuro
e negli ostacoli pi grossi.

Mi affaccio al davanzale dei tuoi occhi
alla pompa del tuo cuore
e c' una tavola di scacchi.

Vuoto il conto delle tue risposte
se di donna tu sei fatta
se di donna morirai.

Vola, vola vola fuori dalla tua ragnatela
vola e la mia canzone ti consola
vola, vola, vola con guinzaglio e museruola
le ginocchia sotto ai banchi della scuola.


Vuoto il conto delle tue risposte
se di donna tu sei fatta
o se donna ti farai.

Vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola.....
Vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola.....
Vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola, vola.....
Vola, vola, vola, vola, vola, vola.....