Canzoni

MADRE PAURA

Anno: 1970

Gruppo: LEO VALERIANO

Testo e musica: Leo Di Giannantonio |

Io ti capisco quando mi dici
che molto meglio vivere male
senza far guerre senza nemici
che morir bene per l'ideale
tu hai la tipo, hai la pensione
hai l'amicizia del tuo padrone.

Sarebbe triste dover lasciare
amante, moglie e televisore
per la speranza di conquistare
un avvenire un po' migliore
ognuno pensa ai fatti suoi
non pi tempo di santi e di eroi.

La vecchia fede ormai s' spenta
s' spento il sole nel nostro cielo
la gente saggia vive contenta
del proprio vuoto del proprio gelo
rifiuta sempre ogni avventura
resta fedele a madre paura.

La tua mammina chi la consola
se d'improvviso devi partire
e di mammina ce n' una sola
e tu non devi farla soffrire
madre paura ha tanti figli
tra obiettori e tra conigli

Difendi bene questa tua vita
lascia che muoia chi vuol morire
esiste sempre la via d'uscita
per ogni furbo che sa tradire
e in questo modo vivi cent'anni
da pecorella ma senza danni.

Ma gira gira la ruota
mio caro amico non sei immortale
tu scegli sempre la morte idiota
ch un bel morire fa molto male
la nuova storia insegna questo
morir da uomo disonesto.

Muori moderno, sull'autostrada
in aeroplano o in trattoria
oppure compra male che vada
un po' di morte in farmacia
o quella pace che ti lusinga
la troverai in una siringa

Ai giorni nostri come tu vedi
si pu morire ma non in piedi
perch son giorni fatti per noi
non pi tempo di santi e di eroi.