Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

INNO DEI COMBATTENTI [CANTO DELLA VITTORIA]

Anno 1928
Prigioniera è la VITTORIA
sulla riva disperata:
l'abbiam ivi incatenata,
rivolar più non potrà.
Noi vincemmo fiumi e monti,
superammo avversa sorte,
superammo anche la morte,
seminando nuova età.

Cementiam l'itala casa,
già col sangue, or col sudor:
combattenti e costruttor,
siamo pronti sempre qua.
Primi i MORTI e dietro i vivi,
se ci chiama il nostro RE
balzeremo tutti in pie,
per la nostra civiltà.


Non per noi, ma per i figli,
con il nostro sacrificio
innalzammo l'edifizio,
che nessuno abbatterà.
Quel che eretto fu con l'ossa,
quel che eretto fu col sangue,
mai non cade, mai non langue;
come rupe, eterno sta.

Cementiam l'itala casa,
già col sangue, or col sudor:
combattenti e costruttor,
siamo pronti sempre qua.
Primi i MORTI e dietro i vivi,
se ci chiama il nostro RE
balzeremo tutti in pie,
per la nostra civiltà.


Ritornando dal calvario,
con la carne martoriata,
per corona ci fu data
derisione e falsità.
Pur fra noi levossi un VINDICE
che seguimmo in vesti oscure,
a spezzare con la Scure,
la menzogna e la viltà.

Cementiam l'itala casa,
già col sangue, or col sudor:
combattenti e costruttor,
siamo pronti sempre qua.
Primi i MORTI e dietro i vivi,
se ci chiama il nostro RE
balzeremo tutti in pie,
per la nostra civiltà.


Sempre AVANTI! è il nostro grido,
come quando sulle cime
era un cantico sublime
d'ascendente volontà.
Col moschetto e con la vanga,
vecchi FANTI, sempre AVANTI!
come quando fra gli schianti
rimbombava il nostro urrà!

Cementiam l'itala casa,
già col sangue, or col sudor:
combattenti e costruttor,
siamo pronti sempre qua.
Primi i MORTI e dietro i vivi,
se ci chiama il nostro RE
balzeremo tutti in pie,
per la nostra civiltà.


Eia! Eia! Alala!
Autore - Amilcare Rossi- Giuseppe Pettinato
Note:

(1) Il Piave.

(2) L'autore allude alle tristi condizioni dell'Italia nell'immediato primo dopoguerra quando i reduci venivano derisi ed insultati dalla plebaglia comunista.

(3) Il "Vindice" è Benito Mussolini, l'uomo che seppe riassumere nella propria la volontà degli ex-combattenti e seppe raccogliere intorno a se le prime forze, moltiplicarle ed unirle in un potente fascio di energie indissolubili.

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online