Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

INNO A GIOVANNI BERTA

Anno 1921
Hanno ammazzato Giovanni Berta
fascista tra i fascisti,
vendetta sì vendetta
farem sui comunisti.

Dormi, Giovanni Berta (a) (b)
dormi tranquillo il sonno,
Ti vendicheremo un giorno!
ti vendicheremo un giorno,

La nostra patria è Italia bella
La nostra fede è Mussolini.
E noi vivremo di un sol pensiero
quello di abbattere Lenin!
Autore - (Anonimo)
La canzone, conosciuta anche con il titolo di "Hanno ammazzato Giovanni Berta" e scritta Sull’aria della canzone popolare toscana,( della seconda metà dell’ 800) “La figlia campagnola” utilizzata da Pietro Gori per gli “Stornelli d’esilio”, ha subito alcune varianti (limitate al primo rigo della II strofa) nel corso del tmpo:

(1)
II.a Dormi, Giovanni Berta
II.b Riposa in pace, Giovanni Berta


Il brano divenuto molto popolare tra le fila dei fascisti fu ripreso in successive versioni ed adattato ad altri martiri del fascismo fino all'ultima versione, della Repubblica Sociale, dedicata ad Ettore Muti.


1921 INNO A TITO MENICHETTI Periodo I Dopoguerra - Squadrismo
1921 HANNO UCCISO Periodo I Dopoguerra - Squadrismo
1921 VENDETTA Periodo I Dopoguerra - Squadrismo
1921 VENDETTA [Maramotti] Periodo I Dopoguerra - Squadrismo
1924 INNO A GIOVANNI BERTA [VERS. MATTEOTTI] Periodo Fascismo
1943 HANNO AMMAZZATO ETTORE MUTI Periodo Repubblica Sociale

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online