Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

ABAT-JOUR

Anno 1922
Quando la notte pian piano discende
nella stanzetta d' amor,
ed ogni cosa mi sembra un mister
penso mia piccola a te;
e l'abatjour, dolce ninnolo, accendo
come facevi tu:
sotto la luce ti cerco invan,
non ti vedrņ pił.

A batjour
che soffondi la luce blu
di lassł
tu sospiri chissą perchč
Abat-jour,
mentre spandi la luce blu
anche tu
cerchi, forse, chi non c'e' pił.


Non ti ricordi, abat-jour, quanto bene
ci volevamo in quei di?
Nella stanzetta, sotto di te,
quante nottate d'amor!
Tu ci facevi d'azzurro i bei sogni,
piccolo amico abat-jour;
ella č fuggita, forse, chissą.
NOn ci ricorda pił!

A batjour
che soffondi la luce blu
di lassł
tu sospiri chissą perchč
Abat-jour,
mentre spandi la luce blu
anche tu
cerchi, forse, chi non c'e' pił.
Autore - Ennio Neri- M. Cobianco

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online