Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

INNO DEGLI SCIATORI

Anno 1917
Sui lucenti e tersi campi
Del nevaio sconfinato,
Sorridenti al nostro fato
Noi corriam senza timor.

Noi sappiamo ogni periglio
Dell'altezze conquistate
E tra nembi e nevicate
Raddoppiamo il nostro ardor.

Per chine rapide, vertiginose
Cantando scivola lo sciator ;
De’ pini il fremito, l'azzurro del cielo
A lui riempiono di gioia il cor.


Quando il sol splende radioso
Su per l'erta faticata
O con luce delicata
A noi l'astro bianco appar,

Allor squilla il nostro riso
Come squilla una fanfara
Lieto riso che rischiara
Che de’ forti è una virtù.

Per chine ripide, vertiginose
Agile scivola lo sciator ;
Nella purissima brezza montana
Ritempra l'animo, sereno ognor.


Se un nemico corra all'armi
Per violare il patrio suolo
Fiero vigile lo stuolo
Di noi tutti accorrerà.

Se morrem, morrem da forti
Su nell’ alto, fra la neve
E la morte sarà lieve
Perchè Italia lo vorrà.

Per chine ripide, vertiginose
Ardito scivola lo scivola lo sciator ;
Ei muove impavido verso la metà
E mai non dubita del suo valor
Autore - Corrado Venini- Vittorio Baravalle

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online