Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

INNO DI SAN GIUSTO

Anno 1894
Al tuo nome antico e santo
Glorioso salga il canto
Che nei petti l'esultanza
Tante volte suscitò.
E la fede e la speranza
Sempre ardente ridestò.

Viva San Giusto ! Trofeo di gloria
Quest'è il vessillo che guida a vittoria.
Se in pochi siamo, sarem gagliardi
E tutti uniti d'un solo amor;
E contro i patrii nostri stendardi
Cadrà l'orgoglio dell'oppressor ;
E questa nostra bianca alabarda
Ci ricongiunge fratelli ognor !
Autore - Giuseppe Sinico
Nel 1854 veniva rappresentata per la prima volta a Trieste l'opera Marinella del maestro triestino Giuseppe Sinico. L'opera era di soggetto cittadino e rievocava una leggenda eroica cara alla gente di San Giusto. Ebbe un grandissimo successo, un coro, sopratutto, destò l'entusiasmo popolare, come quello che esprimeva il sentimento dominante dei cittadini :

Viva San Giusto!... L'inno di guerra
Suoni per tutta la nostra terra ;
Se pochi siamo sarem gagliardi.
Uniti tutti da un sol amor;
E sotto ai sacri nostri stendardi
Cadrà l'orgoglio dell'oppressori

La strofetta della Marinella divenne l'inno di Trieste. Ma era un inno monco, incompleto, ed allora, nel 1894, il Sinico volle dare alla sua città un vero e proprio inno conservando la musica, nota, che ogni triestino, ogni italiano della Venezia Giulia sente continuamente risuonare in fondo al cuore.

Da notare che la censura austriaca mutilò alcuni versi, e il popolo triestino ne corresse alcuni altri, cosicché, ribelle all'autorità ed allo stesso autore, l'Inno di San Giusto corre nella versione che qui sotto si riproduce.

(da “Inni di Guerra e Canti Patriottici del popolo italiano” Ed. Risorgimento, Milano,1915)

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online