Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

INNO A CARLO ALBERTO

Anno 1848
Viva Italia! Dall'Alpi e dal Tebro
Si risveglia l'antico valore.
Viva Italia ! Un novello splendore
Su quest'inclita terra brillò.

Emulando la gloria di Pio
Carlo Alberto protese la destra
Al suo popol diletto, e maestra
Di sapienza sua voce s'alzò.

Viva Italia! Dall'Alpi e dal Tebro
Si risveglia l'antico valore.
Viva Italia ! Un novello splendore
Su quest'inclita terra brillò.

Sorge un grido di gioia e s'alterna
D'ogni parte un applauso sincero,
Che d'amore è suggello foriero
Di grandezza e di forti voler.

Già sicure si faccian d'intorno
Al gran trono Sabaudo le genti
Or che accolte le inchieste, i lamenti,
E' dischiuso un arringo al pensier.

Viva Italia! Dall'Alpi e dal Tebro
Si risveglia l'antico valore.
Viva Italia ! Un novello splendore
Su quest'inclita terra brillò.

Mormorando sì affanna e si asconde
La discordia invilita e derisa ;
Ve' l'Italia finora divisa
Confortarsi de' giorni avvenir!

Poiché stretta in amplesso fraterno
Doma l'ira de' tempi e gli oltraggi,
E s'affida alla mente de' saggi,
E de' forti nel provvido ardir.

Viva Italia! Dall'Alpi e dal Tebro
Si risveglia l'antico valore.
Viva Italia ! Un novello splendore
Su quest'inclita terra brillò.

Sia di pace la nostra bandiera,
Sacro a tutti il comune diritto.
Maledetto chi desti il conflitto,
E sollevi de' morti l'aitar.

La giustizia fremente col brando
Sperderà gli esecrati drappelli ;
Guai se il nume combatte i ribelli
Che oseranno il suo sdegno mutar.

Viva Italia! Dall'Alpi e dal Tebro
Si risveglia l'antico valore.
Viva Italia ! Un novello splendore
Su quest'inclita terra brillò.

Come fiamma che scorre in foresta
E grandeggia in incendio repente,
Si diffonde nel cor, nella mente
Uno spirto di patria virtù.

Cittadini ! La gloria degli avi
E' retaggio affidato ai nepoti.
Deh ! compite i lor fervidi voti,
E l'Italia ritorni qual fu.

Viva Italia! Dall'Alpi e dal TeDro
Si risveglia l'antico valore.
Viva Italia ! Un novello splendore
Su quest'inclita terra brillò.
Autore - B. Muzzone- Bodoira
Quest" « Inno a Carlo Alberto », scritto da B. Muzzone e musicato dal maestro Bodoira, ebbe diffusione quando il Re di Sardegna si mise sulle vie delle riforme, con immenso giubilo delle sue popolazioni. Una raccolta delle varie poesie scritte nei regi stati in occasione delle riforme concesse da Carlo Alberto nel 1847 e nella quale si trovano inseriti ben ottantasei componimenti poetici dà una pallida immagine della gioia con la quale era stata accolta nel Regno di Sardegna la piena e sincera conversione di Carlo Alberto alle idee liberali e nazionali.

(da “Inni di Guerra e Canti Patriottici del popolo italiano” Ed. Risorgimento, Milano,1915)

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online