Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

GIOBERTI E GARIBALDI

Anno 1847
E va Gioberti vindice
Dell'Italo pensiero
Ad erger sugli elvetici
Dirupi un trono' al vero ;
E' Garibaldi un fulmine
Che fa l'americane acque stupir.

Della grand'alma prodigo
Per la non sua contrada
Altro ei non chiede in premio
Che un tetto ed una spada,
Molte battaglie e vittime,
E degli ospiti suoi la libertà.

Non affrettiam precipiti
Il giorno glorioso :
Quel giorno è nella provvida
Mente di Dio nascoso
Allor che la sua vindice
Destra folgoreggiando accennerà.

E noi sorgiam terribili
Dai campi e dagli spaldi ;
In ogni seno palpiti
Il cor di Garibaldi :
Beato l'uom che l'anima
In quel santo conflitto esalerà.
Autore - Giuseppe Bertoldi
E' questa poesia, forse, la prima che abbia corso l'Italia diffondendo l'amore per il Cavaliere dei popoli. Fu stampata alla fine de!
1847 a Torino sotto un ritratto di Garibaldi edito dal Doven.

(da “Inni di Guerra e Canti Patriottici del popolo italiano” Ed. Risorgimento, Milano,1915)

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online