Archivio dei canti tradizionali e patriottici

 

Canzoni

A FERRO FREDDO

Anno 1860
Il dado è tratto ! Di terra in terra
Suona l'allegro squillo di guerra.
L'Italia è sorta dall'Alpi al Faro,
E vuol col sangue, che l'è più caro.
Segnar la traccia de' suoi confini.
Al nostro posto, Garibaldini 1

Avanti ! Urrà !
L'Italia va !
Fuori stranieri, fuori di qua !

Una camicia di sangue intrisa
Basta al valore per sua divisa ;
A darci un'arma che non si schianti
Basta un anello de' ceppi infranti.
Ogni arma è buona cogli assassini !
A ferro freddo. Garibaldini !

Avanti ! Urrà !
L'Italia va !
Fuori stranieri, fuori di qua !

Non dietro i muri, non entro ai fossi :
In campo aperto, diavoli rossi !
Chi vuol cannoni, vada e li prenda,
Come torrente che d'alto scenda,
Come valanga de' gioghi alpini,
A ferro freddo, Garibaldini !

Avanti ! Urrà !
L'Italia va I
Fuori stranieri, fuori di qua !

Pochi, ma buoni. L'Italia affronta
Le avverse squadre, ma non le conta.
Come i trecento devoti a morte,
Che della Grecia mutar la sorte,
Marciam compatti, feriam vicini,
A ferro freddo, Garibaldini !

Avanti ! Urrà !
L'Italia va !
Fuori stranieri, fuori di qua !

Poveri e ricchi, dotti ed ignari
Dinanzi al foco tutti slam pari.
Pari nel giorno del gran conflitto.
Saremo pari dinanzi al dritto :
Siamo soldati, ma cittadini.
A ferro freddo. Garibaldini !

Avanti ! Urrà !
L'Italia va !
Fuori stranieri, fuori di qua !

Oggi guerrieri, doman colòni,
Senza medaglie, senza galloni.
Giurammo a Italia la nostra fede :
La libertade ci fìa mercede.
Come gli antichi padri latini.
A ferro freddo. Garibaldini !

A vanti ! Urrà !
L'Italia va !
Fuori stranieri, fuori di qua!
Autore - Francesco Dall'Ongaro- (Anonimo)
Quest'inno fu cantato dai Garibaldini dal "60 in poi.

(da “Inni di Guerra e Canti Patriottici del popolo italiano” Ed. Risorgimento, Milano,1915)

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Utenti online