Canzoni

HIROSHIMA

Anno: 1970

Gruppo: Europa CiviltÓ

Testo e musica: Pino Tosca |

Menu


La terra inzuppata di sangue,
Il grido di un bimbo morente
cadaveri immersi nel fango;
la morte dei sole d'Oriente.

Cade la bomba assassina
su genti e capanne di paglia,
ma chi si diverte a Hiroshima .
sulla sua testa non ha taglia.

Tu che baci il fiore di loto,
ragazza di un samurai,
intorno al tuo sguardo c'e il vuoto:
spezzato Ŕ l'ultimo banzai!

Suicidi di stirpi reali
che mai conosceste menzogna,
i corvi vi sbatton le ali
sui teschi messi gia' alla gogna.

Sbandati che un dý rifiutaste
del vincitore la gloria,
Ŕ meglio nei boschi restiate,
Ŕ questa la vostra vittoria.

E voi, bianchi saggi che state
mirando d'Oriente la fine,
e giunto il momento che andiate
dell 'esistenza sul confine.

Bambini che amaste la vita,
bambini dagli occhi di noce,
per voi non Ŕ certo finita
udir la morte sottovoce.

La radio dalle lunghe antenne,
le fabbriche e i grattacieli,
ma ai fiori rossi d'Oriente
hanno bruciato ormai gli steli.

Note

Brano scritto nel gennaio del 1970