Canzoni

PARTIGIANI

Anno:

Gruppo: Varie canzoni

Testo e musica: (Anonimo) |

Menu


Partigiano disceso dai monti,
Depredando la povera gente,
Presto o tardi faremo i conti
E in galera dovrai ritornar.

Ora vivi di furto e rapina,
Continuando le tue tradizioni,
Hai mandato l'Italia in rovina,
Stai pur certo, il tuo giorno verr.

Sul berretto tu porti una stella,
Distintivo di razza dannata,
ti faremo ingoiare anche quella,
ti faremo il veleno sputar.

Pei tedeschi eravate banditi
Pei fascisti eravate ribelli,
Per il mondo voi siete sol quelli,
Che han venduto la patria e l'onor.

Gli alleati ti han dato un brevetto,
Ch' patente di gran traditore,
T'han coperto di sprezzo e vergogna
T'han gettato di Giuda il denar.

Ma al di sopra del vostro letame
In Italia c' un faro di Luce,
C' splendente la tomba del Duce,
Che noi tutti dobbiam vendicar.

Note

La canzone stata scritta tra la fine degli anni '50 ed i primi del '60 del 1900.
Infatti nell'ultima strofa si fa riferimento alla tomba del Duce che fu realizzata solo il 1 settembre 1957, quando i resti furono seppelliti nel cimitero di San Cassiano in Pennino, vicino a Predappio.