Canzoni

ORFANATROFIO

Anno: 1990

Gruppo: MASSIMO MORSELLO

Testo e musica: Massimo Morsello |

Villa borghese,
quanta gente ed ogni madre ha un figlio
ed ogni figlio ha un padre
che lo rialza quando cade e quando dorme
fa che di rumore non ce ne sia pi.

E sul passaporto io ci ho scritto che mio padre morto
e che di madre ce n una sola, la nel cielo che vola.
Alla mezza tutte le sere c la notte da scavalcare,
c il futuro da ricordare di come si pu fare

Qando suona la campana ed la fine della settimana.
Accanto alla chiesa il campanile, come due colpi di fucile,
scocca lora della Messa
ed la fila per chi si confessa.

Villa borghese,
quanta gente ed ogni gesto un gioco
ed ogni gioco allegro,
ti rialzi quando cadi e quando cadi
gli sorridi e non ci pensi pi
E sul passaporto io ci ho scritto che mi chiamo Alberto
e di cognome sin da bambino
figlio di nessuno.

Quando suona la sirena
qualcuno che cabbandona
e dentro la chiesa le canzoni,
fuori la chiesa cento piccioni,
ogni corsa una fatica
alla conquista di una mollica.