Canzoni

FRONDE

Anno: 2006

Gruppo: 1903

Testo e musica: 1903 |

Chi pensava tempo fa di poter essere qua
A cantare una canzone caricata d'ossessione?
Chi dimentica il passato, chi si forgia nuovo eroe
Chi si specchia nel presente addossando colpe sue!

Sento un sibilo dietro di me, fronde secche che impazziscono!
I bersagli ci circondano, resteremo qui per vederli gi¨!

Nella sterminata piana del pensiero collettivo
Si riporta nell'oscuro come tele in bianco e nero
Parodie di un'esistenza, insanabile realtÓ
Chi di noi vorrÓ mai uscire di potenza volontÓ?

Sento un sibilo dietro di me, fronde secche che impazziscono!
I bersagli ci circondano, resteremo qui per vederli gi¨!

E guardandomi allo specchio non mi trover˛ mai solo
Ritrovando le radici per spiccare un nuovo volo
Percorrendo il lungo viale e poi perdersi nel vento, nel vento!

La creazione del bisogno ricca di genialitÓ
Bisognosi di creare, ma con personalitÓ
Quella via che giÓ conosco, quella spada da impugnare
Che mi porterÓ al sereno, so cosa non devo fare!

Sento un sibilo dietro di me, fronde secche che impazziscono!
I bersagli ci circondano, resteremo qui per vederli gi¨!

E guardandomi allo specchio non mi trover˛ mai solo
Ritrovando le radici per spiccare un nuovo volo
Percorrendo il lungo viale e poi perdersi nel vento, nel vento!

E guardandomi allo specchio non mi trover˛ mai solo
Ritrovando le radici per spiccare un nuovo volo
Percorrendo il lungo viale e poi perdersi nel vento, nel vento!