Archivio storico della Musica Alternativa

 

Canzoni

CERVELLO

Anno 1979 MICHELE DI FIO'
Testo e musica: Michele Di Fiò
Quasi fuori dalla città
che respiro un altro inverno,
e la fortuna si fermerà
proprio davanti al tuo sorriso.
E potrò dimenticare
tu potrai sempre rubare
i sogni nati quasi per caso
nella mente di un bambino.
Ed il sangue scorre bene
e i tuoi pensieri,
sono tanti e tutti insieme
che non vogliono morire.
Questa notte nell'amore
ti farò dimenticare
tutto quello che ti hanno
schiacciato..
Nel cervello dove dorme
tutta la tua ingenuità
nel cervello c'è una musica
che non si ferma mai,
nel tuo cuore che ti grida
dove vai..

E io sono ancora qui
(coi miei problemi)
tu non sai pensare più
(ti hanno creduta morta)
Spegni la radio per favore
(l'amore non si può fare)
se sei di fronte a un'emozione
(troppo presto).
Navi di sogno ti portano via
(e segui ancora la mia follia)
Non ascoltare troppo a lungo
(ti può far tanto male)
Vogliono mettere le loro mani
(le loro luride e sporche mani)
nei meccanismi della tua mente
(troppo in fretta).

Farti pensare col loro cuore
che sia tutto bello
invece credi che sia meglio
ascoltare una canzone
e se è un sogno vuoi passarlo
credendoti più viva
senza che nessuno possa
frugarti..
Nel cervello dove vive
una lacrima di me,
nel cervello che tu ascolti
quando senti battere il mio cuore,
e nell'anima che credi
possa farti scrivere
una canzone.

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Statistiche