Archivio storico della Musica Alternativa

 

Canzoni

GINEVRA

Anno 1982 RINO CAMMILLERI
Testo e musica: Rino Cammilleri
Ginevra il tuo regno si estende per miglia.
Cos'Ŕ che ti manca, sai dirmelo tu?
Hai la casa, un lavoro e, se vuoi, anche l'amore,
la sera a ballare o, se vuoi la tiv¨.

Che succede da un p˛? Ti sei accorta lo so
che in Britannia hai quasi tutto ma il tuo cuore non c'Ŕ.
Il tuo cuore non c'Ŕ, neanche tu sai dov'Ŕ
sembri offrirlo a chi lo vuole
Lancillotto o Re Art¨.

Ginevra si affaccia e guarda lontano
poi si siede piano sulla sedia di bamb¨.
Guarda, sale la luna fredda di luce bianca,
una ruga pi¨ stanca e pi¨ vecchia sei tu.

Non sorridi perchŔ giÓ l'inverno Ŕ in te
guardi i fiori che si chiudono se non ridi pi¨.
Se tu non ridi pi¨ lui se ne accorgerÓ
quante volte ti ha toccata poi ti ricorderÓ.

Ti puoi stordire di musica,
ma non Ŕ una cosa che riempia il cuore
e lentamente il pensiero va
al Cavaliere Azzurro senza etÓ.

Ginevra non sei versione maschile.
Vorresti un cortile e bambini qua e lÓ,
uno sposo e uno solo che sia un p˛ cavaliere
e mandare a spigare la produttivitÓ.

I discorsi che fai sono sciocchi, lo sai,
sei una donna fortunata: il lavoro ce l'hai.
Il lavoro ce l'hai e dinamica sei,
sei perfetta e realizzata:
non scordartelo mai.

Ginevra il tuo regno si estende per miglia.
Cos'Ŕ che ti manca, sai dirmelo tu?
Sei libera e gaia, non frustrata massaia.
Adesso relax e accendi la tiv¨.

Associazione Culturale Lorien - Archivio storico delle musica alternativa e identitaria italiana e straniera.
email: aclorien@lorien.it.

Statistiche